lunedì 22 aprile 2013

CHILI DI CHIANINA, TORTILLAS ALLA FARINA DI CECI E BIETOLE SELVATICHE, MTC APRILE 2013



 
Mai mangiato il chili con carne e devo ammettere pure che non avevo neanche ben chiaro cosa fosse veramente! Come molti, lo associavo ai tex-mex ultra piccanti di cui, non essendo una grande appassionata, non ho proprio mai sentito il bisogno di approfondire.
Ma per l'MTC si fa e grazie all'MTC si impara e a noi emmetichallenger ci piace tanto!
Purtroppo non ho potuto seguire  molto tutte le belle rubriche che vedevo apparire in bacheca però mi sono concentrata sulla ricetta di Anne (il suo italiano è invidiabile anche per un italiano) e sulle regole delle Signore MTC , che già dissipavano le idee nebulose.
 
La prima associazione di idee è stata COW BOYS TEXANI = BUTTERI MAREMMANI, ed ecco che penso immediatamente alla  Chianina, la razza bovina maremmana, quei bovi bianchi e giganteschi con le corna lunghissime immortalati nei dipinti di Giovanni Fattori, e che oggi purtroppo è al centro di polemiche perché non sempre il marchio esibito dai negozianti è sufficiente garanzia di origine, i soliti misfatti italioti!!! Per essere proprio sicuri bisognerebbe chiedere il certificato della carne, come è successo ad un amico giornalista recentemente proprio a Firenze, in un locale famoso per la bistecca chianina, che chianina non era!!!
La mia proviene da un allevamento della mia zona, che conosco,  sono dunque tranquilla.
 
La Maremma poteva anche richiamare il cinghiale come qualcuno ha fatto ma io volevo fare la ricetta originale perché volevo assaggiarla e quindi sono andata dritta al manzo. Ho fatto uno sforzo a non rosolare la carne e sfumarla col vino rosso che ci sarebbe stato alla grande, poi ci avrei buttato le olive e la salsa di pomodoro che richiamavano ancora l'umido di cinghiale ma ho resistito!! Però un po' di Maremma c'è: alloro e rosmarino della macchia e il solito tocco alla livornese:  la farina di ceci, tipica della torta di ceci di Livorno e provincia, che altro? ah...le bietole di campo (quello dei suoceri).
 
CHILI DI CHIANINA CON TORTILLAS ALLA FARINA DI CECI E BIETOLE SELVATICHE
 
 
CHILI x 2 persone
400 gr di muscolo di chianina
1 foglia di alloro, qualche ciuffo di rosmarino e 2-3 foglioline di salvia
10 gr di peperoncini Aji, i più delicati (dell'azienda PEPERITA di Bibbona)
olio evo
sale marino integrale
 
 
 
CONTORNO
un mazzetto di bietole di campo
1/2 spicchio d'aglio
olio evo
 
TORTILLAS
2 cucchiai colmi di farina di ceci
1 cucchiaio colmo di farina 0
1/2 bicchiere d'acqua
1-2 cucchiai d'olio evo
sale, pepe e aghi di rosmarino qb
 
 
Ho messo in ammollo i peperoncini in acqua calda per un'ora circa, dopo averli aperti e aver tolto i semi, premunita di guantini.
Poi li ho frullati con la loro acqua di cottura.
Ho messo olio, erbe aromatiche, la carne tagliata a bocconcini e la crema di peperoncini in un tegame di coccio e ho avviato la cottura, allungando di tanto in tanto semplicemente con acqua calda. Ho lasciato stufare con il coperchio che lasciava una fessura, per 3 h come da indicazioni di Anne e a metà cottura ho regolato di sale.

Pulite e lavate le bietole, le ho tagliate e rosolate in padella con olio evo e mezzo spicchio d'aglio.

Per le tortillas, ho emulsionato le due farine con acqua e olio e un pizzico di sale, poi a cucchiaiate le ho distribuite e cotte in una padellina antiaderente, cosparse di aghi di rosmarino, 3-4 min per parte.
 
L'ho preparato  ieri e l'ho gustato oggi a pranzo e devo ammettere che mi è proprio piaciuto!!
 
 
 
 
 
 

9 commenti:

  1. Le tortillas sono fantastiche. Una bella presentazione Cris, molto invitante e anche rassicurante. Comfort food.
    Baci

    RispondiElimina
  2. Bella,bella, bella ricetta Cri! Mi è piaciuto ogni ingrediente che hai usato: semplici, saporiti e ben preparati..c'è sempre un po' il sapore di casa per me nei tuoi piatti!
    Un bacione
    Dani

    RispondiElimina
  3. ....vedi che poi da quella testolina piena di idee è uscito un gran piatto? Anch'io ho dato....e prima o poi posterò sul nostro incontro, ma devo prima realizzare la ricetta giusta! cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) un piatto dedicato al nostro incontro? Tremo....epperò mi stuzzichi, allora ci penso pure io, coordiniamo l'uscita del post? Però il contenuto sarà una reciproca sorpresa :-) tu ed io insieme, mi sa che potremmo diventare pericolose!

      Elimina
  4. Ammetto di aver scoperto i Butteri e tutti gli altri cowboys nostrani (ed europei) grazie a questa sfida! Echiseloimmaginava che anche nel vecchio continente esistevano i "cowboys"?

    Un GRAN piatto! Hai richiamato perfettamente la Maremma con la scelta degli ingredienti.
    Io ho utilizzato il cinghiale, ma non nascondo che sto pensando ad una seconda versione con il manzo se faccio in tempo.... :)))
    Bravissima!!!!!

    RispondiElimina
  5. Mica l'avevo vista sai...non ti smentismi mai è un capolavoro texano a km 0...brava...

    RispondiElimina
  6. Bellissima la tua ricetta, davvero creativa :)

    RispondiElimina
  7. ...e lo sapevo che avresti tirato fuori dal cappello a cilindro un collegamento con la splendida Toscana e un piatto da vera chef!

    Geniale, Cri!!!

    RispondiElimina
  8. Il tuo Chili nella foto di apertura e' cosi' invitante e si vede che e' riuscito perfettamente. Il contorno di erbe selvatiche mi sembra geniale e le tortillas con ceci e rosmarino a ricordare la torta di ceci locale, splendide!

    --Ann

    P.S.
    ah e io lo sapevo che in Toscana avevate i butteri, sai? Durante un viaggio in Italia (non in Toscana, pero'), mio figlio maggiore, allora piccolino, mentre viaggiavamo in uno scompartimento di treno affollatissimo chiese a me e mio marito se in Italia ci fossero gli Indiani e i Cowboys. Al che, un signore che parlava inglese che si trovava vicino a noi gli spiego' che i Cowboys italiani sono i butteri.

    RispondiElimina