venerdì 25 ottobre 2013

BENEDICT'S EGG & AMERICAN BREAKFAST PER L'MTC DI OTTOBRE 2013




Mi associo al coro degli emmetichallenger italiani che non riescono ad affrontare il salato a colazione o meglio, sono proprio le uova con il famigerato bacon o salsiccette varie che mi hanno sempre sconvolto.
Un po' di formaggio lo gradisco invece, ma non vado oltre, la mia colazione è fondamentalmente dolce.
Non nascondo che la sfida di questo mese mi aveva lasciata un po' perplessa, all'inizio proprio non mi piaceva, poi  non ho avuto neanche tanto tempo per approfondire l'argomento e leggere i bei post che venivano via via pubblicati sul blog di MTC, non riuscivo dunque ad entrare nello spirito della sfida.
Finalmente trovo lo spazio per leggere e convincermi e farmi travolgere dalla voglia di provare comunque e di mettermi alla prova con ricette mai affrontate prima e la magia si rinnova come ad ogni MTC.
Leggo e rileggo il post di Roberta e i neuroni si rivitalizzano, decido quale sarà la mia composizione e programmo l'esecuzione! Una giornata di lavoro, ve possino!!! Però grande soddisfazione, almeno io mi sono divertita e me la sono proprio goduta, a pranzo però, non a colazione!

BENEDICT'S EGG ON SPINACH ENGLISH MUFFIN & AMERICAN BREAKFAST WITH KIPPERS AND CARAMELISED ONIONS, MALTED BLACK COFFEE AND  "PACIUGO" YOGHURT WITH CRUNCHY CEREALS AND HAZELNUTS
 
 
 
Un titolo che è un lenzuolo, del resto bisogna spiegare bene di che si tratta, anzi ora entro nel dettaglio. Innanzitutto ho deciso di mettere gli spinaci negli english muffins tanto per non rifarli proprio precisi precisi  visto che gli spinaci spesso accompagnano le uova alla benedict.
Ho optato poi per la salsa olandese classica e della classicissima pancetta. Poi ho aggiunto qualcosa che mi ero vista arrivare  a colazione in una b&b nel Maine qualche anno fa ovvero i kippers, le aringhe affumicate, che suonavano molto scozzesi o old england anyway. Infatti ricordo che quando mi rivolsi alla signora della b&b chiedendo spiegazioni sull'insolita colazione che avevo scoperto anni addietro in Scozia, lei mi confermò che la sua famiglia aveva origini scozzesi e loro mantenevano viva  la tradizione delle aringhe a colazione!!  E vai con le aringhe su pane di segale e annessi e connessi nordici e l'amarcord.
Non potevano  mancare yogurt e cereali. I cereali li ho arricchiti con delle nocciole e caramellati  con burro e miele, infine ho "paciugato" il tutto con una golosa salsa al cioccolato.
Per annaffiare tutta 'sta roba un bel mezzo litro di brodaglia caffè lungo all'americana maltizzato che è quasi come il  caffè d'orzo + espresso della mia colazione, what else?? Magari un succo di frutta o una spremuta fresca....


 
 
Le ricette, dosi per 2 colazioni
 
Benedict's eggs: 2 uova, 2 fette di pancetta
 
English muffins agli spinaci
Ho dimezzato le dosi e ho ottenuto comunque 6 muffins, 2 per le benedict's e gli altri hanno accompagnato altri piatti come pane
 
225 g di farina forte per pane
110 ml latte
27 ml di acqua
4 g lievito di birra secco
1 cucchiaino di zucchero
1/2 cucchiaino di sale
100 g di spinaci lessati
Ho seguito il procedimento spiegato da Roberta aggiungendo nell'impasto gli spinaci ben scolati e frullati.
 
Salsa olandese: ricetta di Roberta pari pari, ingredienti dimezzati
2 tuorli
il succo e la scorza grattugiata di 1/4 di limone
1 pizzico di sale
60 g di burro fuso chiarificato 

In una ciotola di acciaio o che comunque sopporti le alte temperature, mescolate energicamente i tuorli con il succo di limone e un pizzico di sale. Ponete la ciotola sopra una pentola con acqua in leggera ebollizione: la ciotola non deve toccare l'acqua! Mescolando continuamente, fate scaldare i tuorli, poi versate a filo il burro fuso, sempre mescolando. Continuate a mescolare, in modo delicato e costante, fino a quando la salsa si sarà rappresa. Aggiustate di sale e pepe, unite anche la scorza grattugiata e servite subito.
Per le uova in camicia ho usato un vecchio trucco:
 
1 


 le foto sono self explanatory, aggiungo solo che bisogna ungere la pellicola con olio di semi altrimenti cuocendo le uova si attaccano
 
2 
 
3
cuocere dai 4 ai 6 min a seconda della grossezza delle uova e di quanto si voglia mantenere morbido il tuorlo.
Poi si slega il sacchettino, si estraggono con delicatezza le uova e saltan fuori delle vere uova in camicia! L'uovo di Colombo no? Non è una mia invenzione comunque, l'ho pescata in giro per il web tempo fa.....
 
Tosto nella padella antiaderente i muffins, rosolo le fette di pancetta  e compongo il piatto posizionando la pancetta sul muffin, l'uovo inciso in modo che il tuorlo morbido fuoriesca e nappo il tutto con la salsa olandese che si fonde col tuorlo e sbrodola tutta intorno ma resisto a non leccare il piatto mentre faccio la foto!!
 
 
 
 
 
KIPPERS
2 fette di pane di segale a cassetta
1 filetto di aringa affumicata
1/2 cipolla rossa piccola
1 cucchiaio di aceto di mele,1 di  zucchero di canna, 1 di olio evo
1 cucchiaio di senape, 1 cucchiaino di panna liquida, 1 cucchiaino di miele d'acacia
ciuffi di aneto fresco
 
Affettare finemente la cipolla e caramellarla in un pentolino facendola rosolare dapprima con dell'olio evo, sfumando con l'aceto di mele e aggiungendo poi lo zucchero portando a cottura.
Amalgamare la senape, la panna e il miele e spalmare con la crema ottenuta le fette di pane di segale tagliate in quattro parti.
Adagiare sulle fette di pane, dei tocchetti di aringa, coprire con le cipolle caramellate e guarnire con un ciuffetto di aneto.
 
 
 
PACIUGO YOGHURT
 
2 vasetti di yogurt cremoso intero
60 g di cioccolato amaro
20 g di panna liquida
1 cucchiaino di zucchero
4 cucchiai colmi di müsli (fiocchi d'avena, orzo, mais), una manciata di nocciole sgusciate e pelate, tritate in parte grossolanamente, in parte lasciate intere, 2 cucchiaio di miele d'acacia, 1 generosa noce di burro
 
Caramellare il müsli con le nocciole, il miele e il burro. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con la panna. Versare uno strato di müsli in un bicchiere, nappare con lo yogurt, salsa al cioccolato, yogurt, completare con un topping di müsli croccante guarnito con le nocciole intere e ancora un po' di salsa di cioccolato a filo.
 
 
MALTED BLACK COFFEE
Caffè all'americana = caffè espresso doppio allungato con acqua calda, miscelato con malto d'orzo in polvere a piacere


That's all folks! Enjoy it!

 
 
 
 
 



 

21 commenti:

  1. Non so come si faccia a mangiare questa roba a colazione ma non per gli ingredienti ma perchè bisogna alzarsi perlomeno alle 4 per mangiare alle 8.....però che bella questa versione. A presto Cri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti io ci ho messo quasi una giornata!! bisogna preparare in anticipo e poi scaldare ;-)

      Elimina
  2. Davvero incredibile trovare i kippers in USA, ma se la signora è di origine scot, allora ci sta!!! Bello e buono tutto, e mi piace il paciugo che conclude egregiamente questa colazione rinforzata! Ora mi hai fatto venire voglia di pane, burro e acciughe ;)
    Ciao
    Isabel

    RispondiElimina
  3. Mi piace un sacco questa colazione nordica! Io di solito l'aringa a colazione l'ho trovata solo nei paesi scandinavi ed ogni volta che la trovo, la prendo sempre, perché mi piace da matti. In questa tua versione poi, ancora di più. Direi che incontra decisamente i miei gusti.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabio, in Scozia non te l'hanno propinate? Ricordo che eravamo nelle Highlands, io non ho mai avuto il coraggio, mi piacciono le aringhe ma non a colazione :-)

      Elimina
  4. Vivo in Olanda e per giunta in una citta' che ha tre aringhe come simbolo sul suo stemma comunale, ma l'aringa a colazione ancora non l'ho mai provata! Nel Maine, come in tutto il New England, non e' raro che l'English/Scottish/Irish breakfast sia alla base delle colazioni offerte nei diners o nei B&B, del resto sono stati i primi territori ad essere colonizzati dai discendenti dei Pilgrim Fathers...Una splendida proposta la tua, quindi, anche se non avevo dubbi arrivando qui. Grazie infinite per non esserti arresa all'iniziale sconforto e per averci regalato questa picccola meraviglia!

    RispondiElimina
  5. L'aringa l'adoro e riuscire a mangiarla anche a colazione... forse. In ogni caso alle 10,30 del mattino le ho mangiate in un panino di fronte al mare in Olanda e ancora dopo25 anni me lo ricordo!
    E vedi il trucchetto dell'uovo? Perché non lo postavi prima che io ho fatto l'uovo in canottiera? ;)

    RispondiElimina
  6. Io devo smetterla di venire a vedere le vostre proposte...perché mi deprimo...
    La tua è semplicemente spettacolare...e mi ha fatto deprimere tanto! :P
    Complimenti, bravissima come sempre!!!!!

    RispondiElimina
  7. Cristina sono particolarmente contenta che tu sia riuscita a partecipare a questo MTC, perché fondamentalmente per quanto mi riguarda il bello di questa "gara" è sfidare me stessa .... e tu poi non hai smentito le aspettative, complimenti, buon weekend Flavia

    RispondiElimina
  8. Le acciughe a colazione mi mancavano :D

    RispondiElimina
  9. Cris, non ci crederai ma avevo quasi pensato di replicare il finger food che avevo proposto per il tuo contest... quello con le aringhe, le cipolle ed il crostino di polenta grigliata! (Quello che è diventato il best eaten in tutti i miei aperitivi invernali).
    Poi ho pensato di essere poco *American* e pure poco *breakfast* e vigliaccamente ho ripiegato.
    Brava tu, che da sempre sei su un altro pianeta.
    Nora

    RispondiElimina
  10. meraviglioso tutto! gli english muffins agli spinaci li voglio rifare subito! E poi ero un po' delusa nel non trovare qualche acciuga anche a colazione e invece poi l'ho trovata! Brava è dir poco :-D

    RispondiElimina
  11. Si vede che siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Anch'io farina di segale, pesce affumicato (salmone) e cipolle caramellate :)
    Per quanto riguarda la colazione salata io invece non la disdegno affatto e questa sfida mi ha convinto ancor di più che almeno una volta alla settimana (durante il weekend con più tempo a disposizione) vale la pena preparare una bella colazione americana a base di uova.

    RispondiElimina
  12. Si vede che siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Anch'io farina di segale, pesce affumicato (salmone) e cipolle caramellate :)
    Per quanto riguarda la colazione salata io invece non la disdegno affatto e questa sfida mi ha convinto ancor di più che almeno una volta alla settimana (durante il weekend con più tempo a disposizione) vale la pena preparare una bella colazione americana a base di uova.

    RispondiElimina
  13. Il solo paciugo allo yogurt potrebbe provocarmi un mancamento, Cri e l'insieme è uno spettacolo!

    RispondiElimina
  14. Quando ho visto la ricetta ho pensato: "Vedrai che Cris ci ficca qualche acciuga!"...mi hai fregato...e il trucco per l'uovo mi piace un sacco, che per farne uno decente ne ho dovuti cuocere 5!! Bacio cri

    RispondiElimina
  15. Aspettavo un uovo in camicia preparato con questo metodo: me lo ha suggerito mia madre (che non ha mai sbagliato un uovo in camicia in vita sua, ma conosce tutti i trucchi e i segeti per umiliare la figlia ;-). Ero un po' dubbiosa- più he altro, mi vedevo avviluppana nella pellicola tipo tutankamen, di solito coi lavoretti di precisione finisce sempre cosi... ma ora sono esaltatissima e il prox poached egg finisce lì dentro.
    sul resto, questa sarebbe la colazione che mio marito ordinerebbe su due piedi, a qualsiasi latitudine si trovasse. Yogurt escluso, forse- perchè lui non è da dolce, al mattino: ma a quel punto, mi sacrificherei io :-)
    Seriamente: anch'io mi aspettavo qualche acciuga, ma quando ho visto insalata mista, mi sono ricreduta. Sapevo però che avrei trovato una proposta originale, innovativa, eseguita come sempre in modo impeccabile- e non mi sbagliavo per niente! Complimentissimi!

    RispondiElimina
  16. mi viene da piangere... secondo commento finito nell'etere.. riprovo :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok, come non detto!! il secondo l'ha preso!!! :-)

      Elimina
  17. Cris, io sono a dieta e vedere questo non mi fa bene!

    RispondiElimina